WellDome Sauna

Il naturale benessere del corpo

Ultimi articoli

facebook instagram twitter

La tormalina è un minerale semiprezioso ben noto per la sua capacità di aiutare il processo di disintossicazione del corpo umano ed a seconda degli altri minerali di cui è composta, assume le più svariate sfumature che vanno dal rosso per la presenza di ferro e manganese, al verde per il ferro e titanio, fino all’azzurro per il rame e manganese. Se sottoposta a riscaldamento, la tormalina ha la capacità di ionizzare negativamente l’aria e di emettere raggi infrarossi nello spettro 4-14 µm. Questi raggi penetrano fino a 45 mm nel corpo umano e risuonando con il legame ad idrogeno, disgregando i cluster delle molecole d’acqua, consentendo alle cellule di ricevere un maggior nutrimento e di smaltire le scorie metaboliche. Così facendo si eliminano edemi e ritenzione idrica. Gli ioni negativi sono molto importanti nel determinare l’umore. Questi ioni incrementano la quantità di ossigeno nel cervello e di conseguenza aumentano l’energia mentale e la concentrazione. La tormalina favorisce il recupero dell’energia vitale ed è ottima come antidolorifico, allevia i problemi legati al sistema osseo come l’artrite e rinforza il sistema immunitario. E’ considerata una delle pietre principali per la purificazione delle proprie energie e per la protezione dalle negatività ambientali. È la pietra del radicamento con la Terra, che assorbe al suo interno tutte le disarmonie, chiarisce i blocchi interiori e porta all’introspezione. La tormalina nera riduce le tendenze nevrotiche e scarica le tensioni da stress.

Eccoci ora in inverno che, secondo la medicina tradizionale cinese, è la stagione associata ai reni. E’ il periodo del freddo, del buio e del riposo della natura. Nella tradizione, alla stagione invernale corrisponde l’elemento naturale “Acqua” che rappresenta la condensazione, la pazienza e l’attesa. Al tempo stesso però l’inverno è anche la stagione del seme nascosto in profondità, nel buio e nel freddo della terra. Questo è lo stesso seme che in primavera esploderà il suo germoglio e che, con tutta la sua energia e vitalità, sarà in grado di perforare il terreno ed uscire verso il cielo in tutto il suo splendore. L’inverno è quindi la potenzialità, il grembo in grado di generare nuova vita. Il rene ed il suo viscere, la vescica urinaria, corrispondono nell’organismo umano all’inverno e quindi all’elemento “Acqua”. A questi organi vengono associati anche i capelli, l’orecchio e l’udito, le ossa ed il midollo. Tutti questi organi sorreggono l’impegno maggiore durante l’inverno e quindi possono essere soggetti ad indebolimento e malattia se non si conduce una vita in armonia con le caratteristiche della stagione in corso. Durante il periodo invernale è consigliabile quindi ritagliarsi del tempo per riposare, non esagerare con gli sforzi fisici e mentali, organizzarsi in pratica una giornata più regolare dopo la sregolatezza del periodo estivo. E' indispensabile che siano svolte con regolarità e moderazione tutte le attività mentali e fisiche quali il sonno, la meditazione e soprattutto l’alimentazione, in modo naturale e senza esagerazioni. Se così non fosse si correrebbe il rischio di disperdere le energie necessarie per affrontare l’arrivo della primavera, periodo dedicato alla rinascita. Dal punto di vista alimentare, la medicina tradizionale orientale ci invita ad adeguarci ed armonizzarci con la stagione in corso. Il consiglio, in genere, visto il periodo freddo, è quello di assumere cibi riscaldanti come il mais, il riso, il miglio, lo zenzero, le uova, la frutta secca e/o cotta. Si suggerisce di non eccedere con alimenti eccessivamente piccanti o arrostiti, perché un eccesso di calore può essere a sua volta deleterio e dannoso. Dal punto di vista mentale ed emotivo, l’inverno è il periodo giusto per confrontarsi con sé stessi ed il proprio intimo, andando nel profondo del proprio animo, cercando di evitare la superficialità e lo spreco. Al tempo stesso però occorre anche non farsi sopraffare dalla paura e dall’immobilismo ma, al contrario, concentrarsi serenamente sulla realtà propria e di tutto quello che ci circonda. Così facendo si getteranno delle solide basi per avere una

Con il sudore e la sudorazione si ha un'azione fondamentale per il nostro organismo. Ci sono due tipi di ghiandole sudoripare, eccrine e apocrine, e di conseguenza due tipi di sudore. Le ghiandole apocrine sono concentrate solo in alcune parti del corpo, come le ascelle, i genitali o il cuoio capelluto e possono essere stimolate dallo stress o dalle emozioni, la quantità di sudore prodotto da queste ghiandole è bassa e la sua composizione è responsabile della formazione di cattivi odori in seguito alla metabolizzazione dei batteri. Le ghiandole eccrine, valutate tra i 2 e i 4 milioni, sono ripartite su tutta la superficie cutanea e sono maggiormente presenti nella donna, ma quelle dell’uomo producono più sudore. Il sudore prodotto dalle ghiandole eccrine per regolare la temperatura corporea o durante l'attività fisica, è un liquido leggermente acido, composto prevalentemente da acqua, nella quale sono disciolte sostanze organiche (come urea, acido urico, creatinina, acido lattico) e inorganiche (come cloruro di sodio, solfati, fosfati e metalli pesanti). L’esposizione ai metalli pesanti è oramai costante. Questi elementi inquinanti non hanno alcun beneficio fisiologico per il corpo umano e nessuno è libero dalla presenza di queste sostanze. Per ristabilire il benessere corporeo è necessario ridurre al minimo la loro presenza. La concentrazione di questi metalli è spesso più alta nel sudore che nel sangue e possiamo affermare che la sudorazione è il processo fisiologico più efficace per disintossicarci.