WellDome Sauna

Il naturale benessere del corpo

Ultimi articoli

facebook instagram twitter

Lo stress, l'ansia e la stanchezza sono percettori a servizio del nostro corpo. Le informazioni sulla percezione della propria postura e della posizione nello spazio derivano da recettori dispersi in tutto l'organismo come tendini, muscoli, articolazioni, ecc. Da loro dipende la conoscenza su qual è la nostra "conformazione": in quale misura? La risposta è ovvia e la conoscete sicuramente, perché almeno una volta nella vita vi sarà sicuramente capitato di aver bisogno di aumentare il benessere fisico. Si possono passare momenti di forte stress e di tensione emotiva. Tra i più comuni modi di essere che possono offuscare il nostro stato d’animo ci sono lo stress da lavoro oppure da studio . Periodi intensi di stress e ansia possono portare allo sviluppo di somatizzazioni in determinate zone del corpo. Alcuni esempi dovuti allo stress o all’ansia possono essere: mal di testa, vertigini, mal di stomaco, caduta dei capelli, orticaria fino all’insorgenza di attacchi di panico e crisi d’ansia. WellDome Sauna è lo strumento più adatto, grazie alla produzione di ioni negativi e allo stimolo di produzione ossido nitrico, per aiutare nella gestione di queste situazioni. Facilitare un buon sonno ristoratore è il miglior modo di aiutare l’organismo a superare questi periodi intensi in modo del tutto naturale.

Dopo la calma ed il riposo dell’inverno, ecco che con il 5 febbraio arriva la primavera: spuntano i germogli, sbocciano i fiori, il sole scalda la Terra. Nella Medicina Tradizionale Cinese ogni stagione corrisponde a un elemento, a un movimento e a un organo, che in quel periodo si trova a esprimere al meglio la sua vitalità: così la Primavera è la stagione del Legno, dell’Espansione e del Fegato. È una nascita che si rinnova ogni anno, il passaggio dallo Yin accumulato in Inverno alla crescita dello Yang che esploderà in Estate. Questo ci indica che è di fondamentale importanza mettere in moto le energie del corpo dopo il momento di riposo invernale! Ecco perché la primavera è una stagione molto adatta per le purificazioni fisiche, mentali ed emozionali. In Primavera, quindi, il risveglio della Natura coincide con una più intensa attività del Fegato che spingerà l’organismo a un maggiore dinamismo. E’ in questo momento che il Fegato comincia ad attivarsi, per liberarsi delle scorie accumulate durante l’inverno. Questo è anche il momento in cui il corpo avvia la sua purificazione, attraverso meccanismi di eliminazione che possono anche manifestarsi con reazioni evidenti: non a caso “Febbraio” e “febbre” hanno la stessa etimologia… Nell'inverno le energie cosmiche si erano ritirate in se stesse, le notti più lunghe e il clima più rigido avevano richiesto un'alimentazione più ricca e riscaldante. La primavera segna invece il rifiorire e l'affiorare delle energie maturate durante la stagione precedente. Anche il nostro organismo avverte questa tendenza alla dispersione dell'energia che si porta verso la superficie del nostro corpo e si muove a un ritmo più vivace. In primavera le energie tendono a circolare più vivacemente e ad uscire sulla superficie corporea e all'esterno. L'organo che secondo la Medicina Tradizionale Cinese favorisce e regola questo tipo di movimento è appunto il fegato, responsabile del libero fluire delle energie nel corpo. Il fegato è quindi l'organo più attivo nella stagione primaverile e deve pertanto essere agevolato nella sua funzione e mantenuto in equilibrio, pena l'insorgere di fenomeni quali nervosismo, ansia, gonfiori, ritenzione di liquidi e, nei casi più gravi, anche vertigini, ipertensione arteriosa e gastriti. Anche per il pensiero occidentale il fegato ha inoltre una funzione di depurazione e di drenaggio importante, che viene particolarmente stimolata in questa stagione. Si consiglia quindi l'uso di erbe drenanti e depurative ad azione sul fegato in preparazione alla stagione più calda. La dietetica orientale utilizza per prima cosa una opportuna scelta di sapori. Il sapore più adatto

La concentrazione di ioni negativi nell'aria è la responsabile della sensazione di benessere. Quanti di voi sono stati in prossimità di una grande cascata? Ricordate, dopo alcuni respiri profondi, il senso di benessere e di lucidità che avete provato? Questo è dovuto agli ioni negativi sprigionatesi dagli impatti delle molecole d’acqua. In prossimità di una cascata si possono avere sino a 5.000 ioni negativi per centimetro cubo. Qualcuno è stato presso le cascate del Niagara? Lì la concentrazione arriva fino a 100.000 ioni negativi per centimetro cubo. Come vi sentite in riva al mare, dove le onde si infrangono sugli scogli? Quanto è frizzante e piacevole l’aria? Anche la doccia, in mancanza d’altro è un piccolo generatore di ioni negativi… Quali benefici si hanno dagli ioni negativi? Allergie ed asma: alte concentrazioni di ioni negativi hanno un impatto significativo sulla carica microbica aerea ed inducono riduzione della polvere in sospensione. Studi hanno dimostrato come l’esposizione agli ioni negativi aumenti l’attività ciliare della trachea con beneficio alla respirazione. Sistema immunitario e autoguarigione: nel 1959, 138 vittime di ustioni vengono trattate con aria caricata negativamente. Il 60% di esse mostrarono una significativa riduzione del dolore. La guarigione è più veloce con una formazione accelerata di tessuto cicatriziale. Questo fatto è imputabile alla capacità degli ioni negativi di prevenire infezioni da microrganismi. Nel 2008 ricercatori giapponesi hanno scoperto che l’aria caricata negativamente riesce ad attivare il sistema immunitario. Inoltre, ne regolarizza il flusso sanguigno e stabilizza il sistema nervoso autonomo. Dolore: la serotonina gioca un ruolo importante nella sensazione di dolore fisico. La sua presenza nel sangue aumenta la sensazione dolorosa. Gli ioni negativi aiutano ad abbassare la presenza di serotonina nel sangue, accelerandone la sua ossidazione. Sembra sia questa la ragione per cui, la presenza in ambienti con aria ionizzata negativamente, abbassi la sensazione di dolore. Anche l’emicrania ne trae giovamento. Uno studio del 1981, in ambiente con ioni negativi, ha portato negli impiegati una riduzione del 50% del tasso di mal di testa, nausea e capogiri. La Surrey University ha documentato come, in un ufficio con impiegati al computer, i mal di testa sono diminuiti del 78% e la performance complessiva aumentata del 28%. Umore: è ormai assodato il ruolo centrale che riveste il livello di serotonina nel nostro umore. Un eccesso di serotonina è parte del meccanismo che causa stress, ansia e depressione. Studi fatti da Toyota evidenziano che alte concentrazioni di ioni negativi nell’abitacolo inducano minor carico di stress e miglior risposta cognitiva durante la guida. Performance cognitive: oltre allo studio di Toyota