WellDome Sauna

Il naturale benessere del corpo

Ultimi articoli

facebook instagram twitter

La presenza di alluminio nel corpo umano è di crescente importanza che sia compresa e misurata, visto il nocivo effetto sull'organismo. L'alluminio nel sudore: ci sono sorprendentemente pochi dati per descrivere l'escrezione umana di alluminio sistemico e quasi nessun dato affidabile che lo riguarda. In uno studio eseguito in Inghilterra nel 2013 (cit. C. Minshall, J. Nadal, C. Exley - Aluminium in human sweat) si è misurato il contenuto di alluminio del sudore in 20 volontari sani dopo un lieve esercizio. La concentrazione di alluminio variava da 329 a 5329 μg / L. Questi dati equivalgono a una escrezione giornaliera di alluminio tra 234 e 7192 μg e suggeriscono fortemente che la sudorazione è la principale via di escrezione dell'alluminio sistemico nell'uomo.

La cellulite viene aiutata ad essere eliminata con l'uso costante della sauna all’infrarosso lontano, attraverso la declusterizzazione dei liquidi intercellulari, la quale collabora all'espulsione delle tossine. Esperti nel campo della perdita di peso e del grasso corporeo affermano che meno grasso corporeo si ha, più piccole sono le cellule adipose e meno pressione è esercitata sul tessuto connettivo. Questo significa che la cellulite diventa meno visibile. L’esercizio fisico migliora la circolazione sanguigna. Usare la sauna all’infrarosso dopo l’esercizio velocizza l’eliminazione delle tossine, brucia calorie e raggiunge il doppio di penetrazione dei raggi nella cellulite.

La cellulite è un disturbo che assilla la maggior parte dell'universo femminile. Il corpo femminile assimila tossine fondamentalmente su tre livelli: il primo livello è nel sangue, il secondo sono cosce, sedere, braccia, addome e il terzo è la placenta. Il sangue, tramite il ciclo mestruale, si rigenera espellendo tossine. Tutto quello che eccede la capacità di smaltimento va a finire nel secondo livello. Le tossine vanno a depositarsi nelle zone canoniche, che le donne conoscono molto bene. Si ha così la formazione di cellulite. Quanto più gli acidi vengono parcheggiati nel corso del mese, tanto più compaiono disturbi quali cefalee ed emicranie, peggiorandone l’umore. L’andamento del pH del sangue varia moltissimo tra una donna che ha cura della propria salute ed una che soffre di cellulite. A fine ciclo sono eliminati tutti gli acidi ed il pH del sangue riassume grossomodo lo stesso livello del mese precedente. Nella donna più carica di acidi, il ciclo durerà di più e sarà più intenso. Nella fase premestruale, un carico di acidità elevato comporta i sintomi ben noti: sensibilità psichica, dolori alla testa, eruzioni cutanee e, ovviamente, cellulite. La capacità di immagazzinamento e di smaltimento è varia da individuo ad individuo: gioca un ruolo fondamentale la debolezza o la forza del metabolismo. Gli organi emuntori (fegato, reni, polmoni e pelle) hanno funzionalità variabili da donna a donna. Negli uomini invece le tossine finiscono nell'addome con la conseguente formazione della classica e sottovalutata pancetta. Altre problematiche dovute all'accumulo di tossine sono le infiammazioni e i dolori che noi tutti conosciamo, quali ad esempio: cisti, dolori articolari, mal di schiena, malattie della pelle come psoriasi o dermatiti. In pratica l'accumulo di tossine e la creazione dei cluster per neutralizzarle sono le cause di tutti i nostri problemi fisici.

EVENTO RIVOLTO AGLI OPERATORI Presso la parafarmacia erboristeria La Perla di San Michele (Verona) il giorno 12 marzo 2019 alle ore 20:30, ci sarà l'incontro a tema "Ioni negativi effetti positivi e raggio infrarosso lontano". Nella specifica l'influenza dei raggi infrarossi lontani, dell'ossido nitrico e quello degli ioni negativi sul corpo umano. La detossificazione, la perdita di peso, la riduzione di cellulite estetica, dei disturbi respiratori, degli stati d'animo perturbati, del mal di testa, della tensione - stress ed il recupero fisico sono solo una parte degli effetti benefici a supporto del nostro corpo. Per partecipare all'evento registrati cliccando sul tasto qui sotto o contattaci direttamente. [qodef_button size="" type="solid" text="Iscriviti all'evento" custom_class="" icon_pack="font_awesome" fa_icon="" link="https://www.facebook.com/events/801566856857160/" target="_blank" color="" hover_color="" background_color="" hover_background_color="" border_color="" hover_border_color="" font_size="" font_weight="" margin=""]

La tormalina è un minerale semiprezioso ben noto per la sua capacità di aiutare il processo di disintossicazione del corpo umano ed a seconda degli altri minerali di cui è composta, assume le più svariate sfumature che vanno dal rosso per la presenza di ferro e manganese, al verde per il ferro e titanio, fino all’azzurro per il rame e manganese. Se sottoposta a riscaldamento, la tormalina ha la capacità di ionizzare negativamente l’aria e di emettere raggi infrarossi nello spettro 4-14 µm. Questi raggi penetrano fino a 45 mm nel corpo umano e risuonando con il legame ad idrogeno, disgregando i cluster delle molecole d’acqua, consentendo alle cellule di ricevere un maggior nutrimento e di smaltire le scorie metaboliche. Così facendo si eliminano edemi e ritenzione idrica. Gli ioni negativi sono molto importanti nel determinare l’umore. Questi ioni incrementano la quantità di ossigeno nel cervello e di conseguenza aumentano l’energia mentale e la concentrazione. La tormalina favorisce il recupero dell’energia vitale ed è ottima come antidolorifico, allevia i problemi legati al sistema osseo come l’artrite e rinforza il sistema immunitario. E’ considerata una delle pietre principali per la purificazione delle proprie energie e per la protezione dalle negatività ambientali. È la pietra del radicamento con la Terra, che assorbe al suo interno tutte le disarmonie, chiarisce i blocchi interiori e porta all’introspezione. La tormalina nera riduce le tendenze nevrotiche e scarica le tensioni da stress.

Con il sudore e la sudorazione si ha un'azione fondamentale per il nostro organismo. Ci sono due tipi di ghiandole sudoripare, eccrine e apocrine, e di conseguenza due tipi di sudore. Le ghiandole apocrine sono concentrate solo in alcune parti del corpo, come le ascelle, i genitali o il cuoio capelluto e possono essere stimolate dallo stress o dalle emozioni, la quantità di sudore prodotto da queste ghiandole è bassa e la sua composizione è responsabile della formazione di cattivi odori in seguito alla metabolizzazione dei batteri. Le ghiandole eccrine, valutate tra i 2 e i 4 milioni, sono ripartite su tutta la superficie cutanea e sono maggiormente presenti nella donna, ma quelle dell’uomo producono più sudore. Il sudore prodotto dalle ghiandole eccrine per regolare la temperatura corporea o durante l'attività fisica, è un liquido leggermente acido, composto prevalentemente da acqua, nella quale sono disciolte sostanze organiche (come urea, acido urico, creatinina, acido lattico) e inorganiche (come cloruro di sodio, solfati, fosfati e metalli pesanti). L’esposizione ai metalli pesanti è oramai costante. Questi elementi inquinanti non hanno alcun beneficio fisiologico per il corpo umano e nessuno è libero dalla presenza di queste sostanze. Per ristabilire il benessere corporeo è necessario ridurre al minimo la loro presenza. La concentrazione di questi metalli è spesso più alta nel sudore che nel sangue e possiamo affermare che la sudorazione è il processo fisiologico più efficace per disintossicarci.

Detox: a causa dell'aria spesso inquinata che respiriamo ma anche da ciò che mangiamo e beviamo, per il nostro stile di vita spesso non in armonia con la natura, il nostro organismo accumula ma non riesce a eliminare scorie del metabolismo o sostanze dannose, causa principale di tutti i nostri disturbi ma anche d’importanti patologie. La mia esperienza e le mie ricerche evidenziano che la disintossicazione sia una fondamentale necessità per stare in salute e vivere bene. Non sempre, anzi quasi mai, il nostro organismo riesce a espellere efficacemente le tossine e le sostanze pericolose mentre gli studi scientifici mondiali hanno dimostrato che i raggi infrarossi lontani favoriscono straordinariamente la disintossicazione organica.