WellDome Sauna

Il naturale benessere del corpo

Ultimi articoli

facebook instagram twitter

Lo stress, l'ansia e la stanchezza sono percettori a servizio del nostro corpo. Le informazioni sulla percezione della propria postura e della posizione nello spazio derivano da recettori dispersi in tutto l'organismo come tendini, muscoli, articolazioni, ecc. Da loro dipende la conoscenza su qual è la nostra "conformazione": in quale misura? La risposta è ovvia e la conoscete sicuramente, perché almeno una volta nella vita vi sarà sicuramente capitato di aver bisogno di aumentare il benessere fisico. Si possono passare momenti di forte stress e di tensione emotiva. Tra i più comuni modi di essere che possono offuscare il nostro stato d’animo ci sono lo stress da lavoro oppure da studio . Periodi intensi di stress e ansia possono portare allo sviluppo di somatizzazioni in determinate zone del corpo. Alcuni esempi dovuti allo stress o all’ansia possono essere: mal di testa, vertigini, mal di stomaco, caduta dei capelli, orticaria fino all’insorgenza di attacchi di panico e crisi d’ansia. WellDome Sauna è lo strumento più adatto, grazie alla produzione di ioni negativi e allo stimolo di produzione ossido nitrico, per aiutare nella gestione di queste situazioni. Facilitare un buon sonno ristoratore è il miglior modo di aiutare l’organismo a superare questi periodi intensi in modo del tutto naturale.

Eccoci ora in Autunno, periodo dell’anno associato ai polmoni, secondo la medicina tradizionale cinese. Corrisponde al tramonto, al decrescere ed alla decelerazione. Dopo l’esplosione di energia dell’estate il cosmo ha bisogno di concentrazione, di condensazione e di rallentamento. In questo momento si raccolgono le energie e le risorse necessarie per affrontare al meglio il duro periodo invernale. Ci si ritira nel proprio interno ed è quindi un momento prezioso, come prezioso è l’autunno. Occorre però non esagerare, per non sforare nella troppa introversione, che potrebbe condurre alla chiusura in se stessi. Non a caso infatti l’emozione associata al periodo autunnale è la tristezza. Quando i polmoni non sono in equilibrio ci si sente tristi ed afflitti, qualsiasi cambiamento e perdita sembrano montagne insormontabili. I polmoni in salute, al contrario, permettono di esternare e quindi risolvere la propria tristezza, rafforzandoci sia fisicamente che mentalmente. E’ di fondamentale importanza quindi affrontare il dolore, per mantenere integro il proprio stato di salute. Il viscere accoppiato ai polmoni nel movimento Metallo (secondo la teoria dei cinque elementi) è il Grosso Intestino. Questi lavorano in coppia per mantenere il corpo in equilibrio. In particolar modo i polmoni si occupano di accogliere ciò che è nuovo (tramite la respirazione) ed il Grosso Intestino si occupa invece dell’evacuazione dei rifiuti, trattenendo solo ciò che è vitale. Emotivamente parlando l’Autunno è il momento ideale per guardarsi dentro e per lasciare andare le cose a cui sì è troppo attaccati (a volte anche morbosamente). Proprio per questo chi soffre di disturbi collegati all’intestino, quali per esempio la stitichezza, ha spesso difficoltà a lasciarsi andare e ad esternare le proprie stitichezza. Respirare profondamente e fare delle passeggiate (soprattutto tra le 5 e le 7 del mattino, momento di massima energia del Grosso Intestino) aiutano a mantenere in equilibrio ed in salute polmoni ed intestino. Dal punto di vista alimentare, la medicina cinese ci invita come sempre ad adeguarci ed armonizzarci con la stagione in corso. Scegliere quindi prodotti del periodo autunnale è senza dubbio una buona idea. Se il clima è secco meglio dar la precedenza ad alimenti che producono liquidi come il frumento, la mela, i cachi, la liquirizia, i fichi, la pera, le uova, la banana e il latte di capra. Se al contrario il clima è prevalentemente umido meglio consumare alimenti leggermente piccanti che aiutano ad eliminare i ristagni dovuti all’umidità come il porro, il riso integrale, il finocchio.

Dopo la calma ed il riposo dell’inverno, ecco che con il 5 febbraio arriva la primavera: spuntano i germogli, sbocciano i fiori, il sole scalda la Terra. Nella Medicina Tradizionale Cinese ogni stagione corrisponde a un elemento, a un movimento e a un organo, che in quel periodo si trova a esprimere al meglio la sua vitalità: così la Primavera è la stagione del Legno, dell’Espansione e del Fegato. È una nascita che si rinnova ogni anno, il passaggio dallo Yin accumulato in Inverno alla crescita dello Yang che esploderà in Estate. Questo ci indica che è di fondamentale importanza mettere in moto le energie del corpo dopo il momento di riposo invernale! Ecco perché la primavera è una stagione molto adatta per le purificazioni fisiche, mentali ed emozionali. In Primavera, quindi, il risveglio della Natura coincide con una più intensa attività del Fegato che spingerà l’organismo a un maggiore dinamismo. E’ in questo momento che il Fegato comincia ad attivarsi, per liberarsi delle scorie accumulate durante l’inverno. Questo è anche il momento in cui il corpo avvia la sua purificazione, attraverso meccanismi di eliminazione che possono anche manifestarsi con reazioni evidenti: non a caso “Febbraio” e “febbre” hanno la stessa etimologia… Nell'inverno le energie cosmiche si erano ritirate in se stesse, le notti più lunghe e il clima più rigido avevano richiesto un'alimentazione più ricca e riscaldante. La primavera segna invece il rifiorire e l'affiorare delle energie maturate durante la stagione precedente. Anche il nostro organismo avverte questa tendenza alla dispersione dell'energia che si porta verso la superficie del nostro corpo e si muove a un ritmo più vivace. In primavera le energie tendono a circolare più vivacemente e ad uscire sulla superficie corporea e all'esterno. L'organo che secondo la Medicina Tradizionale Cinese favorisce e regola questo tipo di movimento è appunto il fegato, responsabile del libero fluire delle energie nel corpo. Il fegato è quindi l'organo più attivo nella stagione primaverile e deve pertanto essere agevolato nella sua funzione e mantenuto in equilibrio, pena l'insorgere di fenomeni quali nervosismo, ansia, gonfiori, ritenzione di liquidi e, nei casi più gravi, anche vertigini, ipertensione arteriosa e gastriti. Anche per il pensiero occidentale il fegato ha inoltre una funzione di depurazione e di drenaggio importante, che viene particolarmente stimolata in questa stagione. Si consiglia quindi l'uso di erbe drenanti e depurative ad azione sul fegato in preparazione alla stagione più calda. La dietetica orientale utilizza per prima cosa una opportuna scelta di sapori. Il sapore più adatto