WellDome Sauna

Il naturale benessere del corpo

Ultimi articoli

facebook instagram twitter

La presenza di alluminio nel corpo umano è di crescente importanza che sia compresa e misurata, visto il nocivo effetto sull'organismo. L'alluminio nel sudore: ci sono sorprendentemente pochi dati per descrivere l'escrezione umana di alluminio sistemico e quasi nessun dato affidabile che lo riguarda. In uno studio eseguito in Inghilterra nel 2013 (cit. C. Minshall, J. Nadal, C. Exley - Aluminium in human sweat) si è misurato il contenuto di alluminio del sudore in 20 volontari sani dopo un lieve esercizio. La concentrazione di alluminio variava da 329 a 5329 μg / L. Questi dati equivalgono a una escrezione giornaliera di alluminio tra 234 e 7192 μg e suggeriscono fortemente che la sudorazione è la principale via di escrezione dell'alluminio sistemico nell'uomo.

EVENTO RIVOLTO AGLI OPERATORI Presso la parafarmacia erboristeria La Perla di San Michele (Verona) il giorno 12 marzo 2019 alle ore 20:30, ci sarà l'incontro a tema "Ioni negativi effetti positivi e raggio infrarosso lontano". Nella specifica l'influenza dei raggi infrarossi lontani, dell'ossido nitrico e quello degli ioni negativi sul corpo umano. La detossificazione, la perdita di peso, la riduzione di cellulite estetica, dei disturbi respiratori, degli stati d'animo perturbati, del mal di testa, della tensione - stress ed il recupero fisico sono solo una parte degli effetti benefici a supporto del nostro corpo. Per partecipare all'evento registrati cliccando sul tasto qui sotto o contattaci direttamente. [qodef_button size="" type="solid" text="Iscriviti all'evento" custom_class="" icon_pack="font_awesome" fa_icon="" link="https://www.facebook.com/events/801566856857160/" target="_blank" color="" hover_color="" background_color="" hover_background_color="" border_color="" hover_border_color="" font_size="" font_weight="" margin=""]

Con il sudore e la sudorazione si ha un'azione fondamentale per il nostro organismo. Ci sono due tipi di ghiandole sudoripare, eccrine e apocrine, e di conseguenza due tipi di sudore. Le ghiandole apocrine sono concentrate solo in alcune parti del corpo, come le ascelle, i genitali o il cuoio capelluto e possono essere stimolate dallo stress o dalle emozioni, la quantità di sudore prodotto da queste ghiandole è bassa e la sua composizione è responsabile della formazione di cattivi odori in seguito alla metabolizzazione dei batteri. Le ghiandole eccrine, valutate tra i 2 e i 4 milioni, sono ripartite su tutta la superficie cutanea e sono maggiormente presenti nella donna, ma quelle dell’uomo producono più sudore. Il sudore prodotto dalle ghiandole eccrine per regolare la temperatura corporea o durante l'attività fisica, è un liquido leggermente acido, composto prevalentemente da acqua, nella quale sono disciolte sostanze organiche (come urea, acido urico, creatinina, acido lattico) e inorganiche (come cloruro di sodio, solfati, fosfati e metalli pesanti). L’esposizione ai metalli pesanti è oramai costante. Questi elementi inquinanti non hanno alcun beneficio fisiologico per il corpo umano e nessuno è libero dalla presenza di queste sostanze. Per ristabilire il benessere corporeo è necessario ridurre al minimo la loro presenza. La concentrazione di questi metalli è spesso più alta nel sudore che nel sangue e possiamo affermare che la sudorazione è il processo fisiologico più efficace per disintossicarci.

Detox: a causa dell'aria spesso inquinata che respiriamo ma anche da ciò che mangiamo e beviamo, per il nostro stile di vita spesso non in armonia con la natura, il nostro organismo accumula ma non riesce a eliminare scorie del metabolismo o sostanze dannose, causa principale di tutti i nostri disturbi ma anche d’importanti patologie. La mia esperienza e le mie ricerche evidenziano che la disintossicazione sia una fondamentale necessità per stare in salute e vivere bene. Non sempre, anzi quasi mai, il nostro organismo riesce a espellere efficacemente le tossine e le sostanze pericolose mentre gli studi scientifici mondiali hanno dimostrato che i raggi infrarossi lontani favoriscono straordinariamente la disintossicazione organica.